Broken Sword 5 - the Serpent's Curse

Broken Sword 5 - the Serpent's Curse 1.0

Il grande ritorno di una serie d’avventura epica

I cavalieri di Baphomet sono tornati! La leggendaria serie sviluppata da Revolution Software e che negli anni ’90 ha portato in auge il genere point'n'click fa il suo ritorno con un nuovo episodio. Grandi notizie per un gioco che rispetta pienamente l'atmosfera dei primi episodi. Visualizza descrizione completa

PRO

  • Umorismo e personaggi divertenti
  • Scene splendide

CONTRO

  • Animazioni mediocri
  • Troppo corto e incompleto

Buono
7

I cavalieri di Baphomet sono tornati! La leggendaria serie sviluppata da Revolution Software e che negli anni ’90 ha portato in auge il genere point'n'click fa il suo ritorno con un nuovo episodio. Grandi notizie per un gioco che rispetta pienamente l'atmosfera dei primi episodi.

Indagine esoterica in una Parigi idealizzata

Questa nuova puntata di Broken Sword ritrova la città di Parigi, che sembra ancora una volta uscita direttamente dalla fantasia britannica propria della serie. Dall'inizio alla fine del gioco cammineremo per le sue strade incantevoli e ci mescoleremo con personaggi incredibili. Ai protagonisti ricorrenti della serie ne sono stati aggiunti degli altri, come l’ispettore Navet (che sembra apertamente modellato su un ex presidente francese) e la sua stupidità proverbiale. L’umorismo è, come di norma nella serie, onnipresente e sempre molto solido. I dialoghi e i monologhi del protagonista sono sempre il pretesto per grandi battute che danno quel qualcosa in più al gioco. Se la trama del videogame ti conquisterà grazie alla sua delicata miscela di umorismo e mistero esoterico, la volontà dei creatori di dividerlo in due parti è molto dannosa. La storia purtroppo è incompleta e si ferma dopo 5 ore, quando tu sei appena entrato nel vivo della questione. Una scelta triste che ti porterà ad attendere l’uscita del gioco completo, prevista tra qualche mese.

Un'interfaccia classica per un gioco senza grandi difficoltà

Per quanto riguarda i canoni del genere point'n'click, la maledizione del serpente non apporta nulla di innovativo: si sposta il mouse su un oggetto per esaminarlo o attivarlo oppure su un personaggio per iniziare una discussione. Per semplificare ancora di più le cose, il gioco si concede il lusso di colorare di grigio le combinazioni impossibili. Un vero peccato per un gioco di per sé troppo corto, in cui la mancanza di difficoltà è fortunatamente oscurata dalla qualità della narrazione.

Grafica mediocre

Non appena inizi una partita a Broken Sword 5, la situazione balza subito all’occhio: c'è un problema. Le scene sono splendide (tutto è disegnato a mano) e il doppiaggio è semplicemente eccellente. Tuttavia, la modellazione del personaggio non è sufficiente: i modelli 3D stonano con le scene e la loro animazione è abbastanza catastrofica. Un difetto che si vede sin dall’introduzione cinematica. A ciò aggiungiamo che le scene, per quanto belle, soffrono il sintomo della "bassa risoluzione" di un gioco pensato per tablet, mostrandosi quindi pixelato su PC.

Il nostro verdetto: il ritorno di una serie leggendaria che delizierà i fan

Broken Sword 5 ha moltissime qualità: iniziando dalla qualità dei dialoghi e dei personaggi per arrivare al suo grande senso dell'umorismo. Tuttavia, soffre delle conseguenze della suddivisione in due capitoli e delle imperfezioni tecniche che, sebbene non diminuiscano l’interesse, rendono l'avventura un po' meno piacevole. I fan della serie non hanno di certo atteso questo articolo per tuffarsi su questo nuovo episodio, ma gli altri potrebbero essere tentati di provare giochi point’n’click più innovativi come Resonance o Deponia.

Broken Sword 5 - the Serpent's Curse

Download

Broken Sword 5 - the Serpent's Curse 1.0